© 2018 LP-DG® Science

Esci.st0{fill:none;stroke:#FFFFFF;stroke-width:2;stroke-linecap:round;stroke-linejoin:round;stroke-miterlimit:10;} .st1{fill:none;stroke:#00d9ff;stroke-width:1;enable-background:new;} .st2{fill:none;stroke:#FFFFFF;stroke-width:1;enable-background:new;}
/front/assets/b0_bg.b9f56.png
/front/assets/b1.4d847.png
/front/assets/b2.06d15.png
/front/assets/b3.e5655.png
/front/assets/b4.6dac4.png
/front/assets/b5.2ecb4.png
/front/assets/b6.feb5a.png
/front/assets/b7.9e3a3.png
/front/assets/b8.f130a.png
/front/assets/b9.660ae.png
/front/assets/b10.47360.png
/front/assets/b11.f3d7e.png
/front/assets/b12.a0e95.png
Effetto dell’integrazione di Lactobacillus casei sull’efficacia e la tollerabilità di una nuova quadrupla terapia di 10 giorni di seconda linea dopo fallimento di un primo tentativo di cura dell’infezione da Helicobacter pylori.
Med Sci Monit 2004, 10(12):CR662-6.

BACKGROUND:
I probiotici non sono mai stati utilizzati come trattamento di seconda linea nei pazienti resistenti a un primo ciclo di trattamento anti-H. pylori.

MATERIALI/METODI:
70 pazienti consecutivi con infezione da H. pylori persistente sono stati arruolati e trattati con ranitidina bismuto citrato (RBC) 400 mg b.d., esomeprazolo o pantoprazolo 40 mg/giorno, amoxicillina 1 g t.d, tinidazolo 500 mg b.d. con (gruppo A) o senza (gruppo B) integrazione con 750 mg al giorno contenenti 16 miliardi di batteri Lactobacillus casei sottospecie casei DG. Esomeprazolo o pantoprazolo 40 mg/giorno sono stati somministrati per altre 4 settimane nei casi di ulcera peptica attiva o gastrite rilevata all'endoscopia. In questi casi, è stata ripetuta l'endoscopia un mese dopo la conclusione della terapia. I restanti pazienti sono stati controllati mediante test del respiro all'urea marcata con 13C.

RISULTATI:
Sessantasei pazienti hanno completato lo studio, 34 nel gruppo A e 32 nel gruppo B. Un paziente del gruppo A (2,85%) è stato escluso per violazione del protocollo e un paziente del gruppo B (2,85%) è stato perso al follow-up. 33/34 pazienti del gruppo A erano H. pylori-negativi [per-protocol: 97,05%, sull'intention-to-treat: 94,28%]. 5/34 pazienti (14,7%) hanno manifestato effetti collaterali, ma tutti hanno completato il trattamento. Nel gruppo B, due pazienti (5,71%) hanno manifestato effetti collaterali gravi e sono stati ritirati dallo studio. 30/32 pazienti erano H. pylori-negativi [per-protocol: 93,75%, sull'intention-to-treat: 85,71% (p = n.s.)]. 11/32 pazienti (34,37%) hanno manifestato effetti collaterali, ma tutti hanno completato lo studio (p < 0,05).

CONCLUSIONI:
Questa quadrupla terapia di 10 giorni ottiene un tasso elevato di eradicazione, ma l'integrazione con probiotici riduce gli effetti collaterali e permette un leggero miglioramento nell'eradicazione dell'infezione da H. pylori.

Autori
Tursi A, Brandimarte G, Giorgetti GM, Modeo ME

Cookie Policy

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di profilazione per raccogliere informazioni in forma aggregata. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi elemento, si acconsente all'uso dei cookie.

Professionisti del settore sanitario

Alcune delle informazioni contenute in questo sito web sono esclusivamente rivolte a professionisti del settore sanitario. Confermi di essere un professionista del settore sanitario. Sei un professionista del settore sanitario?

Si, lo sono
No, non lo sono
Contenuti di terze parti

Questo sito web contiene collegamenti/riferimenti a siti web di terze parti. Attraverso tali collegamenti, SOFAR non presta alcuna garanzia né esprime la sua approvazione ai contenuti e alla qualità degli stessi. SOFAR non assume e non accetta alcuna responsabilità per i contenuti o la disponibilità di tali siti web; SOFAR non accetta alcuna responsabilità per danni o lesioni risultanti dall'uso di tali contenuti, in qualsivoglia forma. Gli utenti accedono a tali siti web a proprio rischio esclusivo. Le informazioni contenute in questo sito web sono fornite a scolo scopo informativo e non a fini diagnostici o terapeutici. Esse, pertanto, non sono in alcun modo intese a sostituire il parere di un medico e/o specialista o di altri operatori sanitari o professionisti del settore.

Prendo nota